fbpx
Stampa questa pagina
Il Sale cristallino dell’Himalaya

Il Sale cristallino dell’Himalaya

Come molti, ho scoperto il mondo dell’Haloterapia con la Grotta di Sale, nel 2014. Ricordo bene quando nel 2015 vidi per la prima volta una Vasca di Sale Himalayano da una collega a Prato, mi aveva affascinato, eppure rimasi scettico e fece in tempo ad arrivare il 2016 prima che mi decidessi ad installarne una nel mio Centro.

A distanza di 1 anno sto per installare la seconda… come mai? Valutate voi: questi sono i risultati ottenuti da una nostra cliente con dermatite atopica, dopo soli 6 trattamenti nella Vasca di Sale Himalayano, coadiuvato dall’ Olio di Argan con Sale Rosa dell'Himalaya!

Il Sale cristallino dell’Himalaya ha una iodazione molto più bassa rispetto al comune sale bianco e non è trattato chimicamente, questo si traduce in maggiore compatibilità tra l’epidermide del cliente che per effetto della dermatite sarà ipersensibile al cloruro di sodio: proprio in virtù di questo infatti la pelle non “brucia”, quindi il Trattamento risulta per nulla doloroso ma non solo, grazie ai preziosi 84 oligoelementi contenuti nel Sale Rosa dell’Himalaya i vari strati dell’epidermide non si seccano ma al contrario, vengono nutriti.

 

 

 

000
Letto 2160 volte Ultima modifica il Giovedì, 28 Dicembre 2017 13:46
Vota questo articolo
(1 Vota)

Ultimi da Webmaster

Per inserire un commento devi essere un utente registrato, se sei già registrato esegui il login.